Il magnesio nel corpo umano: i benefici

Il magnesio nel corpo umano: i benefici 

Assicurarsi la giusta quantità di magnesio permette di prevenire o combattere il senso di stanchezza e affrontare al meglio la propria giornata. I benefici di questo elemento sono numerosi: vediamoli insieme.

Cos'è il magnesio e a che cosa serve

Il magnesio è uno degli oligoelementi più importanti per il nostro organismo: si trova, in una concentrazione maggiore, nel tessuto osseo e muscolare. Si tratta di un elemento essenziale perché permette di produrre energia a partire dal cibo ed è parte integrante di numerosi processi, tra cui la trasmissione dei segnali nervosi, il controllo del battito cardiaco e della pressione sanguigna e della sintesi proteica.
Da non sottovalutare il ruolo del magnesio anche nel rilassamento muscolare e nel processo di fissazione del fosforo e del calcio nei denti e nelle ossa

MAGNESIO: LE PROPRIETÀ  

Il magnesio è un minerale essenziale ed è coinvolto in numerosi processi cellulari che assicurano il corretto funzionamento del metabolismo. Di seguito alcune delle proprietà del magnesio:

  • Aiuta l’assimilazione delle vitamine;
  • Favorisce la diuresi;
  • Aiuta la regolarizzazione del ciclo sonno veglia;
  • Favorisce il benessere del cuore;
  • Può avere un effetto distensivo sui muscoli;
  • Ha un effetto calmante sul sistema nervoso;
  • Contribuisce alla sintesi proteica;

MAGNESIO: I BENEFICI  

Assicurarsi di assumere la giusta quantità di magnesio è fondamentale per poter favorire l’equilibrio metabolico. Si stima che l’organismo umano ne contenga appena 25gr, contenuti soprattutto nelle ossa, nei muscoli, muscoli, nel cervello, nel fegato e nei reni.

Assumere la giusta quantità di magnesio, attraverso una dieta varia ed equilibrata, consente di godere di numerosi benefici del magnesio, tra cui:

  • riduzione del senso di stanchezza: il magnesio è un prezioso alleato quando si attraversano periodi intensi o stressanti al lavoro;
  • prevenire squilibri dell'apparato cardiocircolatorio;
  • assicurare il corretto funzionamento dell’apparato scheletrico;
  • miglioramento dell’equilibrio psichico, contribuendo al rilassamento della persona;
  • riduce i sintomi della sindrome premestruale e i fastidi legati alla menopausa.

Si ricorda che il magnesio si rivela un prezioso alleato durante la gravidanza: infatti, grazie alle sue proprietà, può aiutare le future mamme a controllare gli spasmi muscolari localizzati che caratterizzano l’ultimo trimestre di gestazione, prevenire le contrazioni uterine premature e contribuire al corretto sviluppo di ossa e denti nel nascituro. E’ consigliato  parlarne con il medico curante.
Non bisogna sottovalutare anche i benefici del magnesio sull’umore: può essere utilizzato, infatti, con funzione distensiva e calmante. Aiuta a superare episodi di mal di testa intenso e per combattere il nervosismo. In questo senso, il magnesio può rivelarsi un prezioso alleato per contrastare i sintomi della sindrome premestruale (PMS) quali ritenzione idrica, sensazione di agitazione, irritabilità e mal di testa.

FABBISOGNO GIORNALIERO DI MAGNESIO

Il fabbisogno giornaliero di magnesio è di circa 350 mg negli adulti: questo valore può aumentare fino a 450 mg per le donne in gravidanza e scendere tra 120-180 mg nei bambini.  

Età    Maschio Femmina
1 anno - 3 anni   80 mg   80 mg  
4 anni - 6 anni 100 mg 100 mg
7 anni - 10 anni 150 mg 150 mg
11 anni - 14 anni 240 mg 240 mg
15 anni - 17 anni 240 mg 240 mg
18 anni - 29 anni 240 mg 240 mg
30 anni - 59 anni  240 mg 240 mg
60 anni - 74 anni  240 mg 240 mg
Oltre 75 anni   240 mg 240 mg

Bisogna porre particolare attenzione all’assunzione di magnesio durante la gravidanza e l’allattamento. Di seguito i dosaggi consigliati, divisi per età:

Età    Gravidanza Allattamento
Fino ai 18 anni   400 mg   360 mg  
19 anni - 30 anni 350 mg 310 mg
31+ 360 mg 320 mg

Si ricorda che, secondo quanto affermato dal Ministero della Salute3, l’apporto massimo di magnesio giornaliero non dovrebbe superare i 450 mg, se non in casi straordinari.
https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_1268_5_file.pdf

Quando assumere il magnesio

Una dieta varia ed equilibrata consente di assumere una quantità adeguata di magnesio: la carenza di questo oligominerale non è molto diffusa, sebbene alcuni soggetti possano essere considerati più a rischio. Tra questi rientrano coloro che hanno patologie che ne compromettono l’assorbimento.
La carenza di magnesio si può presentare con svariati sintomi, dalla stanchezza a veri e propri crampi. Qualora si dovessero avvertire alcuni di questi segnali, è opportuno contattare il proprio medico di fiducia. In linea generale, però, l’assunzione di magnesio può rivelarsi preziosa quando si deve affrontare un periodo particolarmente intenso sul lavoro, si è molto stressati o una settimana prima dell’inizio del ciclo mestruale. In entrambi i casi, questo oligoelemento aiuterà a combattere la stanchezza e i suoi principali sintomi.
È opportuno porre attenzione al fatto che il magnesio potrebbe interferire con l’assorbimento di alcuni medicinali: per questo, si suggerisce di fare riferimento al proprio medico curante.

MAGNESIO: CONTROINDICAZIONI  

Il magnesio è un elemento essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo: nonostante questo, però, un eccesso di magnesio di origine alimentare può comportare un affaticamento di alcuni processi metabolici. Tra le principali controindicazioni ci sono:  

  • Sovraccarico renale;
  • Disturbi intestinali associati al rallentamento della peristalsi;
  • Nausea;
  • Crampi addominali;
  • Abbassamento della pressione sanguigna;
  • Problemi cardiaci.

FAQ


A che ora assumere il magnesio?  

Il magnesio può essere assunto, a seconda delle proprie necessità, prima o dopo i pasti.

Come assumere il magnesio?  

Il magnesio può essere assunto attraverso una dieta varia ed equilibrata, oppure attraverso specifici integratori alimentari. Nel primo caso, si ricorda che tra gli alimenti più ricchi di magnesio sono la verdura a foglia verde e la frutta secca.

Magnesio in gravidanza: quale scegliere? 

La carenza di magnesio è frequente tra le donne in gravidanza e il fabbisogno giornaliero di questo elemento aumenta in maniera significativa. Per assicurarsi la giusta quantità si può ricorrere all'assunzione di  magnesio pidolato dopo aver consultato il medico curante.

Il magnesio è diuretico?  

Il magnesio è un elemento dalle numerose proprietà, tra cui quelle diuretiche: quest’ultima può essere utilizzata soprattutto per contrastare la ritenzione idrica della sindrome premestruale.

Cosa succede se si assume troppo magnesio?  

Gli effetti collaterali di un sovradosaggio di magnesio possono riguardare problemi ai reni e cardiaci, nausea, crampi addominali. Possono anche manifestarsi disturbi intestinali e rallentamento della peristalsi.