MagZine

WELLNESS LIFESTYLE

Perché dimentichiamo i nomi delle persone?

Federica o Francesca? Luigi o Lorenzo? Spesso, al momento di presentarci a persone nuove, siamo così attenti al nostro atteggiamento e alle nostre parole tanto da non prestare attenzione al nome di chi abbiamo davanti. Dean Buonomano, professore di neurobiologia a UCLA, ha spiegato recentemente il processo che si avvia nel nostro cervello nel momento in cui incontriamo una nuova persona e veniamo a conoscenza del suo nome (per dimenticarcelo subito dopo!).

La spiegazione di Dean Buonomano è chiamato il “paradosso baker/Baker”, ovvero il paradosso del panettiere/Panettiere, che il professore ha spiegato con un esempio. Incontrando una persona sull’aereo, se questa si presentasse aggiungendo il nome della propria professione, come può essere il panettiere, la nostra mente tornerebbe su questo particolare invece che sul suo nome. Tale comportamento è dovuto al fatto che tale figura lavorativa è ben riconoscibile nel nostro sistema di informazioni. Sappiamo, infatti, che il panettiere ha turni molto rigidi, si sveglia presto al mattino per impastare, infornare e portare ogni mattina panini e brioches sul bancone della propria panetteria. Il nome e il cognome di una persona, invece, contrariamente alla sua professione non sono spesso riconducibili alle informazioni già in nostro possesso e, per questo, difficili da memorizzare.

L’esempio di Dean Buonomano spiega come l’architettura associativa del nostro cervello sia la ragione del nostro dimenticarci i nomi, un problema strettamente collegato al fatto che il nome di una persona appena conosciuta non racconta nulla della sua vita e del suo profilo e, di conseguenza, non dà la possibilità al cervello di “aggrapparsi” a qualche informazione specifica.

Non ricordarsi un nome, quindi, è più comune di quanto si pensi soprattutto a causa della mole di dati che il nostro cervello si ritrova ad affrontare ogni giorno. Alcune dimenticanze, inoltre, possono essere causate da uno scarso interesse, soprattutto quando ci si ritrova in un certo posto controvoglia o semplicemente non si è interessati alla persona che ci si ritrova davanti. Non è un caso, infine, se le persone più espansive e socievoli siano più predisposte a ricordarsi con precisione nomi e cognomi delle persone appena incontrate.
(Fonte - Fonte)

Mag Mente Attiva

Per aiutare memoria e concentrazione puoi provare Mag Mente Attiva, integratore alimentare a base di Magnesio, Fosfoserina, Centella Asiatica, che contribuisce al mantenimento di memoria e concentrazione, vitamina B5, che aiuta le normali prestazioni mentali e caffeina, utile per concentrazione e attenzione.

Questo articolo non contiene alcuna raccomandazione di carattere medico, o suggerimento all’assunzione. Ricorda che il tuo medico curante è il riferimento a cui rivolgerti per trovare la soluzione più adatta per te.

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata e di uno stile di vita sano.

SAIT.CHC.17.12.0841

 

Dimenticare i nomi delle persone