MagZine

WELLNESS LIFESTYLE

Dormire fa bene alla carriera (lo dice Arianna Huffington)

Nel 2007 Arianna Huffington si è rotta letteralmente uno zigomo addormentandosi sulla sua scrivania a causa di una mancanza di sonno e della stanchezza da troppo carico di lavoro.

Sì, stiamo parlando dell’Arianna Huffington fondatrice dell’Huffington Post, uno dei blog più influenti degli Stati Uniti.

Quel piccolo trauma ha portato la famosa businesswoman a riconsiderare le sue priorità e capire che per avere successo bisogna partire dai fondamentali, ad esempio il sonno (fonte).

Così è nato il suo libro “The Sleep Revolution” , dal significativo sottotitolo “Trasformare la tua vita, una notte alla volta”.

I numerosi benefici del sonno sono noti: dormire riduce lo stress, migliora la memoria, fa diminuire il rischio di obesità, potenzia le difese immunitarie, accelera i tempi di guarigione e allontana la depressione (fonte).

Ma in un mondo dove il multitasking e l’overworking la fanno da padrone, non tutti forse hanno pensato che dormire faccia bene anche alla carriera!

Nel suo libro la Huffington afferma che per raggiungere il successo e l’equilibrio tra lavoro e vita privata il sonno è una priorità. Nello specifico, avendo fatto ricerche sulla scienza del sonno per comporre il libro, lei afferma che 20 minuti basterebbero per ripristinare le energie. Per questo nella Redazione dell’Huffington Post c’è una sala “pisolino” che è possibile prenotare per ristorarsi.

Dormire infatti è una cosa seria e anche la Huffington lo ha scoperto: “Si pensa che dormire sia una sorta di inattività. Invece dormire è un’attività frenetica dove tutte le tossine accumulate durante il giorno vengono spazzate via”.

Per questo per dormire bene c’è bisogno di un piano! La Huffington racconta alcuni accorgimenti di “igiene del sonno” che ha adottato per raggiungere la soglia sufficiente di sonno per lei, cioè 8 ore (fonte):

  • indossare un pigiama rosa invece di una maglietta larga “anonima”, per dare al corpo un segnale preciso che il contesto sta cambiando e ci si accinge a riposare;
  • tenere abbassate le tapparelle o comunque creare la condizione di luce più favorevole;
  • contare, se non le pecorelle, una serie da 300 andando a ritroso a 3 a 3 (un po’ cervellotico forse, ma per lei funziona);
  • spegnere tutti i dispositivi elettronici che potrebbero disturbare il sonno;
  • mettere una sveglia per… ricordarsi che è il momento di andare a dormire!

Siete pronti a creare il vostro piano d’azione per dormire bene? Se avete difficoltà, nella lista potete inserire questo aiuto in più: Mag Notte che, grazie a melatonina e griffonia, ti aiuta a ridurre il tempo necessario ad addormentarti e favorisce il rilassamento e il benessere mentale.

Questo articolo non contiene alcuna raccomandazione di carattere medico, o suggerimento all’assunzione. Ricorda che il tuo medico curante è il riferimento a cui rivolgerti per trovare la soluzione più adatta per te.

SAIT.CHC.16.09.0671