MagZine

SALUTE E BENESSERE

La teoria del sincronismo mestruale: ecco perché è stata smentita!

 Le donne che lavorano insieme tendono ad avere il ciclo mestruale sincronizzato? La scienza lo smentisce!

Spesso, si sente dire che le donne che vivono a stretto contatto le une con le altre, che sia al lavoro, a scuola o a casa, vivono il ciclo mestruale nello stesso periodo del mese. Questo fenomeno è noto come effetto McClintock, prendendo il nome dalla psicologa americana che, per prima, decise di studiarlo.

Secondo quanto riportato, nel lontano 1971, Martha McClintock chiese a 135 studentesse dell’Università di Chicago che abitavano nello stesso dormitorio di segnalarle le date del loro ciclo. Il risultato fu che le ragazze che si trovavano a contatto tra di loro avevano le mestruazioni negli stessi giorni o in giorni vicini. Da qui, il fenomeno prese il nome della psicologa, la ricerca venne pubblicata sulla rivista Nature e catturò l’interesse degli studiosi.  Infatti, secondo i ricercatori di allora, c’erano sufficienti prove per dimostrare che la teoria del sincronismo mestruale fosse vera.

In molti si sono interrogati sulla veridicità di questo fenomeno, rendendo la letteratura scientifica davvero ampia a riguardo. Dagli anni settanta a oggi, la rivista Americana Snopes ha raccolto i risultati di vari studi che hanno messo in evidenza la debolezza della teoria formulata dalla McClintock.

Ma come sarebbe nato l’errore nello studio pubblicato dalla psicologa?

Sicuramente, un primo punto da considerare è quello della ristrettezza del campione considerato (solo 135 donne) e dell’inaccuratezza con cui sono stati raccolti i dati;
Inoltre, il periodo in cui lo studi è stato condotto è stato di soli 8 mesi: un periodo molto breve per condurre un’analisi scientifica utile a definire il fenomeno. Un altro degli errori compiuti è stato quello di considerare come un indicatore sufficiente la progressiva diminuzione della differenza temporale tra i flussi. Alcuni scienziati, successivamente, hanno spiegato che i risultati possono essere stati frutto di una pura coincidenza, frutto della casualità e sicuramente non attendibili in quanto raccolti con l’evidente intenzione a priori di dimostrare la teoria. Durante gli anni, ci furono molti tentativi di riprodurre l’esperimento tra colleghe, compagne di stanza o amiche ma i pochi risultati positivi che dimostravano una sintonia erano tutti su piccola scala e non statisticamente significativi. Grazie a studi più lunghi, effettuati su campioni più estesi, i ricercatori hanno messo in luce che si trattava semplicemente di coincidenze e fino ad ora, hanno sempre smentito l’esistenza del fenomeno del sincronismo mestruale.
(Fonte)

Che sia sincronizzato o meno con quello delle vostre amiche, il flusso mestruale può accompagnarsi a sintomi davvero fastidiosi. Per un aiuto in più contro i sintomi tipici della sindrome premestruale, provate Donnamag Premestruale a base di Magnesio, Calcio, Vitamina E e Vitamina B6.  

Donnamag Premestruale. Il tuo alleato prima del ciclo!

Questo articolo non contiene alcuna raccomandazione di carattere medico, o suggerimento all’assunzione. Ricorda che il tuo medico curante è il riferimento a cui rivolgerti per trovare la soluzione più adatta per te.

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata e di uno stile di vita sano.

SAIT.CHC.17.05.0406