MagZine

SALUTE E BENESSERE

La Vitamina che favorisce la resistenza allo stress: la B9!

1931: siamo a Bombay (l’odierna Mumbai), uno dei principali porti in India.

In questa vivace città, un’ematologa inglese sta conducendo delle ricerche su alcune donne indigenti in gravidanza, che riportano sintomi come pallore, debolezza, fiato corto.

È un medico promettente, ha studiato nelle migliori scuole d’Inghilterra per l’educazione femminile e ha già conseguito due lauree ad honorem in Botanica e Geologia. Ha deciso di muovere in India per approfondire un nuovo campo di ricerca: scoprire le cause dell’anemia di cui sono affette quelle donne, con l’intuizione che il punto di partenza per il suo studio sia proprio la loro dieta povera di macronutrienti.

Andando quindi alla ricerca di un deficit di uno o più fattori nutrizionali derivato dalla loro dieta, la nostra ricercatrice inglese scopre che somministrando Marmite (un estratto di lievito) le condizioni delle pazienti migliorano nettamente nel loro quadro anemico (fonte: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1046/j.1365-2141.2001.02822.x/pdf ).

L’ematologa si chiamava Lucy Wills e dal suo cognome prese nome la sostanza dalle proprietà terapeutiche che isolò dal lievito: fattore Wills…

 

…oggi conosciuto come Vitamina B9 o acido folico, come venne nominato nel 1941 venendo isolato dagli spinaci (da cui folium = foglia).

Oggi sappiamo che la Vitamina B9 è fondamentale non solo per la cura dell’anemia, ma anche per le funzioni cognitive. Infatti contribuisce alle normali funzioni psicologiche e alla riduzione della stanchezza.

In particolare, la Vitamina B9 favorisce la performance mentale: concentrazione, capacità d’apprendimento, memoria, salute della vista e anche resistenza allo stress.

La Vitamina B9 si trova in molti alimenti come latte, verdure (cicoria, spinaci, zucchine, cavoletti di Bruxelles, asparagi, broccoli, carciofi), frutta (kiwi, arance), patate, carote, legumi (fagioli, fave, lenticchie), germe di grano, lievito di birra, muesli, corn flakes, fiocchi di crusca, uova, nocciole, cioccolato.

Per mantenere le proprietà della Vitamina B9 nelle verdure è preferibile la cottura a vapore, più leggera rispetto a una lunga cottura in acqua in quanto la sostanza è solubile e può ridurre le sue proprietà.

Alcuni fattori che possono portare ad una riduzione del livello di Vitamina B9 nell’organismo sono uno stato di malattia, una dieta povera oppure una perdita urinaria. Possibili disturbi associati alla riduzione di Vitamina B9 sono debolezza, fatica, difficoltà di concentrazione, irritabilità, mal di testa, palpitazioni e fiato corto.

Le Vitamine del gruppo B, insieme al magnesio, possono essere un valido sostegno nell’affrontare stress e disturbi correlati.

È dunque fondamentale l’integrazione di questa vitamina tramite apporto alimentare. Quando è necessario, si può ricorrere ad appositi integratori alimentari.

 

Fonti: European Food Safety Authority (EFSA)

Questo articolo non contiene alcuna raccomandazione di carattere medico, o suggerimento all’assunzione. Ricorda che il tuo medico curante è il riferimento a cui rivolgerti per trovare la soluzione più adatta per te.

Vuoi fare il pieno di Vitamina B? 
Mag Vitality! A base di Magnesio di origine marina e Vitamine B6 e B9, che contribuiscono a ridurre stanchezza e affaticamento. La Vitamina B9, come abbiamo visto, contribuisce inoltre alle normali funzioni psicologiche, favorendo la resistenza allo stress.

Mag Vitality:  Reintegra la tua vitalità.