MagZine

ALIMENTAZIONE

Come combattere la stanchezza autunnale

I cambi di stagione possono causare problemi di sonno o influire sul senso di spossatezza. Alcuni cibi possono aiutarti a vivere al meglio la stagione autunnale! 

Con l’arrivo dell’autunno può capitare di sentirsi più stanchi e spossati. Se i troppi impegni al lavoro e i problemi quotidiani influiscono già sul nostro stile di vita, il cambio di stagione può avere conseguenze sulla nostra stanchezza psicofisica aggiungendo agli ordinari fastidi un senso di affaticamento in più. Una corretta alimentazione, però, può aiutarci a ottenere l’energia necessaria per affrontare questo periodo dell’anno e vivere la stagione delle foglie colorate con una carica in più. Ma quali alimenti possono meglio influire sulla nostra salute?

Zucca e semi di zucca 

La zucca è un prezioso alimento della stagione autunnale grazie al suo contenuto di vitamina C, antiossidanti e betacarotene. È consigliabile, oltre alla zucca, inserire nella propria dieta anche una manciatina di semi di zucca, perfetti per dare energia grazie al loro elevato contenuto di acidi grassi e zinco. Li avete mai utilizzati per arricchire insalate o piatti di verdura?

Noci e mandorle 

Noci e mandorle possono diventare un perfetto spuntino di metà mattina o metà pomeriggio grazie alle loro particolarità nutritive. Le noci, infatti, hanno un effetto energizzante sul corpo e sul cervello grazie agli acidi grassi omega 3 che contengono. Le mandorle, invece, sono ottime alleate contro il senso di stress e stanchezza grazie alla presenza di magnesio, fondamentale per il benessere del sistema nervoso. 

Cioccolata

Il cacao è una delle fonti più ricche di magnesio, un energizzante ideale per la stagione autunnale. Per la propria dieta, però, è importante scegliere le tavolette di cioccolata realizzate al 75-80% da cacao, più amare ma ricche di proprietà nutritive.

Pane e pasta integrale

Perché non iniziare la giornata con una bella fetta di pane integrale con la marmellata? I carboidrati complessi, infatti, possono dare la giusta carica di energia senza incidere troppo sui livelli di zucchero grazie alla loro caratteristica di fornire nutrimento al nostro corpo a lento rilascio. Per il pranzo e la cena, poi, si può optare per un piatto di pasta integrale.

Avena 

Insieme allo yogurt a colazione, ma anche a pranzo o cena arricchita da un po’ di verdure, l’avena è uno dei cereali più completi grazie all’alto contenuto di fibra di cui dispone. Questo cereale, inoltre, contiene vitamina B1, particolarmente utile contro l’affaticamento e lo stress, e può offrire il vantaggio di saziare, evitando così di eccedere con il cibo nel corso della giornata. 

Uva 

L’uva, insieme a tutti i frutti che forniscono vitamina C, contribuisce a donare nuovo sprint al corpo e alla mente. La vitamina C, infatti, aiuta a ridurre il cortisolo, l’ormone responsabile dello stress, e stimola il sistema immunitario a funzionare al meglio. (Fonte)



Anche il Magnesio e le vitamine B possono darvi un aiuto per affrontare la stanchezza autunnale. Provate Mag Vitality, con Magnesio e Vitamina B6 che aiutano a ridurre stanchezza e affaticamento e con Vitamina B9 che contribuisce alle normali funzioni psicologiche, come la resistenza allo stress. 

I contenuti forniti non costituiscono né sono da intendersi come pareri o raccomandazioni mediche.

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata e di uno stile di vita sano.

 SAIT.CHC.17.11.0755